Cercavi giustizia,trovasti la legge.

3 Nov

Io sono uno che rispetta le regole. Mi dici: “Metti il casco!” Lo metto.  “Allaccia le cinture” Taaac,allacciate. Sto in fila , aspettando il mio turno, non parcheggio nei posti lasciati per chi ha un handicap, faccio sempre lo scontrino,anche se mi dicono di non farlo, mi reputo una persona civile che vuole vivere tra civili. E non ci vedo nulla di rivoluzionario nell’illegalità spicciola,rebelde. Mai . Non è nemmeno questione “nasci incendiario, muori pompiere”, per rispetto ai grandi piromani della storia ( Lenin, Stalin, Mao, Ho chi min), e in totale disprezzo per i pirlomani dello spontaneismo caciarone.

Amo l’umanità, l’ho sempre detto e dimostrato con la mia vita, ( chi mi conosce lo sa), e reputo che chiunque compia atti criminali,si ponga al di fuori della civiltà.  Reputo fondamentale da parte dello Stato una sanzione, una punizione, una possibilità di rieducazione e cosa importante: reinserimento nella società. Si può esser severi,mai sadici .

Quindi non sono uno di quelli che scrive: potrebbe capitare anche a te. Non amo gli allarmismi, non amo questi mezzi assolutamente banali e fuorvianti per far passare una teoria.  Non parlo mai di gulag o siberia,quando devo spiegare perché credo nel comunismo  e reputo ridicole quelle persone che per farti cambiare idea o farti sostener la loro tesi puntano sulle paure comuni: esser prelevati, imprigionati,assassinati. Non credo affatto che questo modo di porsi  possa attirare attenzioni e riflessioni da parte delle masse.

Però credo nella giustizia. E non mi pare che essa giri con una divisa. Non credo che essa debba fare distinzione: “ah,vabbè te sei un poliziotto? Si manganella pure sti cazzo di operai,va! Non ti preoccupare. Però ,oh, mi raccomando ai mafiosi portaci il caffè in cella. E salutali, porta rispetto. Poi se sei incazzato , perché capisco che ti incazzi, va: ci sono dei tossici più vivi che morti. Stanno sul cazzo a tutti,vai tu e i tuoi colleghi e giù di botte.”

Alcuni criminali fanno più schifo di altri. Si,perché all’italiano piace chi è forte. Guarda quello : è un capo mafioso,fa paura a tutti. Sai che ha sciolto tanta gente nell’acido “VIVA” , ha messo bombe contro giudici che non si facevano i cazzi loro, troppo figo! Il mafioso è l’amico che con mezzi poco ortodossi e civili ci fa giustizia. Ti trova anche lavoro eh. E poi la mafia aveva una morale.

Te dimmi che morale hanno questi tossici pericolosissimi,come quello..Come si chiama? Stefano.

Ora capisco tutto,ma andiamo! Vuoi mettere il boss che va a messa con la famiglia, gente per bene eh. E sto tossico?Ma sarà mai stato a messa? Non penso.Quindi al popolo va bene che i loro amici poliziotti lo ammazzino di botte.

Ma a me no. E non ti dico:era innocente. Non mi interessa. Odio i santi . Non li sopporto. Avrà fatto i suoi sbagli, sarà stato fragile,ma che ne sappiamo? Perché ci sentiamo in dovere di giudicare una persona attraverso il sentito dire,il pregiudizio?

Non è che sia un tossico. Non è quello. Non meritava quella fine. Non meritava il sadismo di stato.

Era nelle mani dello Stato e della giustizia, doveva scontare una pena, se colpevole di qualcosa,ma sopratutto – e questo lo dimentichiamo sempre- doveva aver la sua occasione per reinserirsi nella società.  La famiglia  e lo stato servono a questo: a inserirti nella tua società. Per essere sereno

E chi decide che Stefano non sarebbe diventato un cittadino sereno?Come si fa a negare questa possibilità?

Lo puoi fare se appartieni a un sindacato di poliziotti non proprio sani di mente. D’altronde se lo meritava per la vita che conduceva. Quindi una prostituta merita lo stupro? Non può fermare uno di questi agenti per cercare giustizia?No,perché conduce una vita irresponsabile

Io credo nella responsabilità e nelle conseguenze e mi pare che Stefano Cucchi, stesse già pagando le conseguenze. Lo stato dovrebbe fermarsi lì. Invece si è voluto colpire un ragazzo, strappargli la vita ,come se fosse un atto dovuto.

Una sorta di macabro “colpirne uno per educarne cento”, ma in salsa fascista: quindi prendi il più debole e massacralo.

Io credo nella giustizia, nella legge, credo nelle regole e penso che questo paese vada male proprio perché incivile, vigliacco, lecca culo dei potenti che possono farci male, sostenitore dei farabutti, dei disonesti, dei “furbi”

E tutti questi lati negativi li puoi trovare anche in chi serve lo stato.  Da quanto tempo vedi bastonare i lavoratori? La puoi chiamare giustizia? No.

Dici : siamo stati provocati. E tu ci devi passare sopra.  Come fai quando hai a che fare con criminali organizzati o colleghi corrotti.

Non sei il solo sotto pressione, lo sono anche quei lavoratori che hai bastonato. Non ti rivedi in loro? Non pensi che ti sia , per classe di provenienza, più vicino un operaio, un sindacalista, pure un tossico,che un imprenditore , un politico,un mafioso? Va bene, bastona pure. Ma cambia soggetto.

Sopratutto: sai che fai parte degli esseri umani? Si. ti sembra bello e giusto mostrare il dito medio ai famigliari del morto? Ti sembra un atto di persona irreprensibile ,che fa una vita sana?

Io non credo che la polizia sia mia nemica sempre e comunque. Non temo di finire in galera o altre cose. Non voglio santificare nessuno. Penso che la giustizia sia sopra agli uomini e non tenga conto delle divise. E un delitto odioso commesso da uno sbirro sotto pressione è identico al delitto odioso di un operaio sotto pressione. Entrambi non devono rimanere liberi. Devono essere assicurati alle patrie galere e pagare per il loro reato. Ma non sia mai una punizione continua,un abbrutimento dell’essere umano, un abbandono alla inedia e alle regole d’onore di gente senza onore.

La seconda possibilità dovrebbe essere una garanzia in una società civile. Quello che avete negato a Stefano e non solo.

Per questo non vi considero agenti di polizia,ma criminali. Per le parole che usate, il pensiero che avete , per quello che siete.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: