Progresso socialista o modernismo capitalista?(Lettera aperta alla compagnia Lucia Patrizi)

30 Nov

Questo post è nato in seguito ad alcune mie riflessioni inerenti alle risposte di una mia amica e compagna,(che a volte sbaglia),Lucia circa la supremazia  o meno delle nuove tecnologie in campo letterario. E-reader o carta.

Non è tanto un discorso per ripetere una discussione su un tema che abbiamo affrontato,quanto un passo in avanti e in un’ottica del tutto legata alla teoria e prassi politica,(perchè attenzione ogni cosa che dite o scrivete vi avvicina o allontana da un bel processo politico e a porte rigorosamente chiuse ^_^),su quello che potremmo chiamare sviluppo di una società .Quindi quando vai a parlare di società giocoforza ti occupi di Stato ,Nazione,Popolo.L’argomento è vastissimo,complesso,in continua modificazione,perchè è legato alle modifiche e cambiamenti ogni compagno incontra durante la sua formazione e preparazione. Tenete conto poi se la tua militanza è stata oggetto per anni di deliri anti comunisti fatti passar per strategie rivoluzionarie,mi trovo quindi nella situazione di cancellare,e imparare da zero.Opinioni e pensieri ragionati,che necessitano quindi di ulteriore sforzo e impegno politico.

Il dilemma quindi non è la partita di calcio tra ultras del Kindle e quelli della carta stampata,fino a quando agiamo in questo rassicurante contesto,con tanto di profeti dell’ovvio e del conformismo che si spaccia per nuovo, si rimane nelle gabbie dell’opinionismo tanto caro al sistema liberale.Dove la libertà nostra in sostanza è il frutto di anni e anni di Pensieri Ufficiali gestiti e voluti dal Capitalismo,il quale creando settori di “libera discussuione” ci porta a credere di avere opinioni personali,a illuderci di avere il controllo dei nostri desideri ,di contare all’interno della società.Compro=esisto.

No,io credo che dovremmo ragionare e discutere , (portando alla riflessione quello che possiamo donare), sul significato di progresso socialista o modernismo capitalista.Non ho i mezzi ancora sufficienti per poter sviluppare in modo preciso e sicuro le mie teorie,necessitano di più applicazione nello studio e quindi ho ancora molto da fare e imparare,ma è la base ,la radice,la struttura su cui si basa il mio essere Cittadino e non Cliente in questa società

 

PROGRESSO SOCIALISTA

La storia ci fa gentilmente notare come siano crollate,scomparse,intere popolazioni e nazioni.Talune anche potenti e determinanti per il loro periodo storico.La scienza ci suggerisce di valutare come teorie che parevano celare grandi e intramontabili verità siano crollate e scomparse- tramite eretici bruciacchiati-soppiantate da nuove teorie.La Politica ci mostra come la società e i suoi valori e tradizioni benchè si basino su radici molto forti,necessitano di parziali cambiamenti- i movimenti relativamente progressisti dei diritti civili,relativamente perchè il sostegno legittimo alla esistenza di coppie di gay sposati si scontra con il sostegno da parte dell’arci gay al colonialismo nazista di Israele,perchè chi combatte per i diritti alla libertà della donna sostiene i bombardamenti su quelle donne che vorrebbe liberare.Taluni sono coscienti,altri sono utili idioti,come si suol dire sbagliando perchè a volte sono persone anche a modo- o di radicali.I secondi si effettuano attraverso crisi economiche e del sistema politico-sociale che sfociano in guerre tra stati,civili,oppure in rivoluzioni.Niente dura per sempre,quindi attaccarsi ad oggetti con le unghie e i denti per negare un naturale tramonto non è del tutto giusto, (comprensibile,se si ha un minimo di romanticismo,sensibilità,ma non possiamo chiederla a tutti),tuttavia il progresso socialista si pone dei traguardi e interessi specifici.Possono sembrare in antitesi ma non lo sono affatto

1)Progresso socialista in campo estero. Fondamentale la tecnologia militare,nei sistemi di sicurezza e protezione dello stato,nel controllo di elementi  e parti di popolazione che potrebbero essere agenti o sabotatori.Questo è dovuto al fatto che il sistema capitalista non darà minimo spazio a uno Stato socialista di porsi indipendente economicamente da esso.La mandria di ciarlieri ad oltranza spesso ride e fa spallucce sentendo queste cose:MENTECATTI!Che un toro infoiato vi inculi per 24 ore di seguito annegandovi nel suo sperma mentre voi cercate di raggiungere riva e una macchia cannibale vi divori vivi.Ok,dicevo:in realtà se qualcuno si informasse,noterebbe che questa guerra la si porta avanti anche tra nazioni capitaliste,per via della COMPETIZIONE che sta alla base di esse. Jack London ne parla nel suo bellissimo saggio politico:Guerra di Classe,edito dalla Gwymplaine edizioni.Quando sulla fine del diciannovesimo secolo l’america impose la sua politica economica contro l’Inghilterra e l’Europa,aumentando la produzione in tempi minori e prezzi più bassi rispetto alle altre nazioni.

Quindi un paese socialista, fino a quando non crolleranno quelle nazioni imperialiste che controllano i mercati e le guerre colonialiste, sarà sempre sotto tiro e dovrà per forza di cose essere progressista e votato alla  tecnologia.

Salvare la patria con armamenti sofisticati e satelliti spia di ultima generazione è interesse del popolo.

2)La tecnologia deve soddisfare non presunti bisogni e desideri di singoli,ma soddisfare la popolazione su punti fondamentali. Ritenete voi più moderna una società piena di e reader,i pad,computer portatili,ma non i grado di garantire una efficace ed efficiente sanità pubblica, o una società in cui i beni secondari siano pianificati e sia dia spazio alle tecnologie moderne nel settore di un sistema sanitario nazionale? Il progresso socialista si rende conto benissimo dei piccoli piaceri e capricci personali ,quindi attua politiche di pianificazione affinche i cittadini possano godersi i nuovi ritrovati in campo tecnico-elettronico.Nondimeno presta attenzione massima allo sviluppo di politiche che colpiscano i veri bisogni della famosa Gente.Moderni mezzi per la sanità,economia attenta all’ambiente e sopratutto alla salute dei lavoratori, ( i quali effettivamente potrebbero incontrare problemi seri nella costruzione dell’industrializzazione nazionale,per via dei tempi che servono alla giovane nazione per diventare adulta e forte),centri del sapere sempre forniti e atti a formare una classe dirigente non chiusa nei benefici privati della loro posizione,ma capace di far evolvere il popolo dal punto di vista culturale,scientifico,civile.Lavoro,sanità,istruzione,casa.Questi i punti forti e necessari per la gente,i suoi veri bisogni e poi la merce.Il vezzo,il premio,giusto per un popolo giusto,da parte di una forma di governo giusta.Cioè ripetiamolo il Noi ,il Popolo,che attraverso politiche progressiste in campi realmente determinanti,ha il controllo assoluto del desiderio e della merce.Non è obbligato a cambiare merce per stare con le pecore del nuovo millennio, (ma pecorelle vezzose e simpatiche che noi lovviamo e rispettiamo),non è un piacere personale ed egoistico,ma ponderato,pensato,reale.

 

Il progresso socialista pone l’attenzione sui bisogni concreti di un popolo e della nazione, soddisfandoli aiuta il cittadino a vivere bene anche la sua felicità personale e le gioie di spesa singola.

Cittadino,ecco la differenza fra socialismo e capitalismo.Nel paese socialista vivono i cittadini,in quello capitalista i clienti.

 

 

MODERNISMO CAPITALISTA

Esso è alla base del sistema liberal-conservatore che da secoli domina l’occidente ed è in lotta con il resto del mondo.Possiamo etichettarlo come una delle componenti di successo dell’Ipocrisia Istituzionalizzata,al pari della Non Violenza,del Pacifismo ad oltranza,e così via.Infatti egli si basa su due punti fondamentali:il progresso tecnico -sociale e la costruzione di una personalità individualista su vasta scala.Così abbiamo mandrie di coglioni che muggiscono:io!io!io!Formando un noi debole,identico,isolato nel contesto della lotta,ma unito in un piacere effimero.Ottusi,eh!Ma tanto,che chiaramente derideranno quelli che per impegno,costanza,attenzione,hanno scoperto dei trucchi e li vogliono rendere noti.

Il progressismo tecnico sociale si basa su due piste apparentemente diverse,ma legate:un attacco alla Tradizione in quanto tale,da demolire,distruggere,per costruire società più libere e autonome,ma dove?Nella vita sociale della persona,su temi che abbiamo sviluppato prima:lavoro,scuola,sanità,casa,controllo dei propri desideri e bisogni.No,in settori del tutto minimali,settari,di materialismo regressista. Si confonde un lassismo nei costumi ben manovrato dai gruppi di interesse economico precisi,gestiti da minoranza non organizzate e indisciplinate,facili all’entusiasmo per l’oggetto in sè ,piuttosto che per una vera utilità.Si usa questo anche in campo estero,dove la nostra giusta modernità si contrappone alla tradizione dittatoriale del despota di turno.Ma cari modernisti del mio cazzo possente e pianificatore quinquennali di orgasmi multipli,lo sapete come era la Libia prima e come è oggi’Sapete dare una valutazione giusta al vostro modernismo d’esportazione?Non credo visto che una delle nazioni africane più ricche e sviluppate , all’avanguardia su molte cose è finita in un inferno assoluto.

Il modernismo capitalista è quindi fonte di imperialismo,colonialismo,nei confronti di paesi esteri. Non solo contro quelli che sono i naturali nemici,perchè come ci fa notare Jack London,la guerra tra capitalisti alleati è un passaggio obbligatorio per lo sviluppo di una nazione o un ristretto gruppo di nazioni sul controllo del mercato mondiale.Oggi l’America delle società di rating,l’Israele Guerrafondaia,l’Europa delle banche non muovono guerra solo contro le nazioni nemiche,ma anche verso paesi che sono sacrificabili per il passaggio alla Tecnocrazia prossima ventura,(quello che succede in grecia e paesi affini).

2)Come agisce sul suo popolo?Tenete presente che il modernismo capitalista è una delle tante risorse a disposizione del capitale per domar le folle e per evitare che esse subendo le onde d’urto dei cambiamenti violenti possano raggrupparsi in eserciti rivoluzionari,o quantomeno far pesare il loro contributo effettivo all’arricchirsi di pochi.

Prima di tutto si confluisce l’attenzione sulla Merce.La quale non diventa solo un bisogno ,un capriccio del momento dopo che hai ottenuto i punti fondamentali,ma un SOSTITUTO,un TRAGUARDO,un modo di essere e di esserci.Sottilmente ti porteranno attraverso la pubblicità  e messaggi subliminali,a convincerti che sei tu ad avere il controllo,in realtà è la MERCE e il MERCATO CAPITALISTA,ad avere il controllo sulla tua vita.Insoddisfatto come cittadino- (lavoro precario,disoccupazione,dislocazione,istruzione fatta a pezzi,sanità che forse non riusciamo a garantire,aumento delle spese e diminuzione degli stipendi e delle garanzie sociali),l’uomo si getterà nel benessere a portata di mano.Sa che potrà godersi un po’ di felicità ottenendo quel mezzo tecnologico,che sinceramente,non ci fosse vivrebbe come prima e senza problemi urgenti,questo compagnia Lucia è il punto,il punto su cui ti chiedo di ragionare.Quando dici che non hai intenzione di cambiare,che non vedi a noi cosa interessi quanto e dove spendono gli altri non tieni conto del contesto politico,sociale,in cui vivi.Vedi il dito e dimentichi la luna..non è un difetto,è solo l’educazione attuale.

In concreto dovrai per forza cambiare,il sottoscritto seppure lontano dalle sirene del modernismo ha dovuto dopo anni di resistenza acquistare quei prodotti tecnologici che non gli hanno cambiato la vita,ma sicuramente arricchita nel caso dello scambio  e conoscenza con persone lontane,avrei fatto amicizia con gente della mia zona o conosciuta di persona e non tramite schermo per altre vie,ma lo hanno spinto a uniformarsi,perchè tutti hanno questo  e l’altro.Lo cambierò quando non funziona,certo lo dico anche io e infatti i cellulari li ho portati avanti fino a quando sarai costretta a cambiare perchè aggiustarlo costa un fottio e tu queste cose le hai scordate.

Dietro alle illusione di libertà di espressione,parola,stampa ,si cela anche quella di acquisto,bisogni concreti e reali.

Mo taglio avrei molto altro da dire,ma vado al lavoro…vendendo informazione di regime per gente che crede di avere libertààààà e democrazia perchè spende e spande.Non abbiamo diritti sociali,usiamo quelli civili a fini capitalisti e colonialisti.

 

Annunci

4 Risposte to “Progresso socialista o modernismo capitalista?(Lettera aperta alla compagnia Lucia Patrizi)”

  1. Cristiano novembre 30, 2012 a 3:23 pm #

    e quindi?

    • viga1976 novembre 30, 2012 a 7:56 pm #

      e quindi giungi alle tue conclusioni:progresso socialista o modernismo capitalista. Ti consiglio il primo !

  2. Psichetechne gennaio 16, 2013 a 9:50 pm #

    Caro Viga! Quanto tempo che non passo di qui. Desideravo augurarti buon 2013. Adesso non ho voglia di leggere tutto, anche perché è tardi, sono stanco e ho sonno. Ma ripasserò, stanne certo, a commentare con debita attenzione. A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: