LA TERRA TREMA

30 Mag

Trema in Italia,dove non riusciamo più a capire quale zone potrebbero essere sicure in caso di sisma.Terremoto ,questo,che ha colpito duramente i lavoratori.Talora stranieri,che al di là della propaganda del razzismo becero legaiol-destronzo o di quello raffinato e umanitario delle sionistre,lavorano da noi.Con impegno e fanno parte anche loro delle risorse produttive della nazione.Ecco,forse in maniera che non vorremmo,questo evento tragico ci ha ricordato che esistono i Lavoratori.La classe operaia,rinnovata e cambiata anche peggiorata,ma non scomparsa del tutto.Perchè i potenti mezzi che usiamo ,sono fatti da mani umane.Operai.Viene da chiedersi con che coraggio non si cerchi di tutelare la vita dei dipendenti costruendo capannoni che poi crollano come se fossero di carta.Gioca un suo ruolo determinante anche la confusione sulle zone sismiche e quelle più sicure.Insomma le solite calamità italiane.Si parla anche di responsabilità delle multinazionali americane,per il trivellaggio del suolo.Non è ipotesi trascurabile e sopratutto non credo che si debba ironizzare con la sufficienza dei saputi contro quelli che vengono considerati complottisti.Poichè la Verità essendo rivoluzionaria è normale che scandalizzi,che non venga immediatamente accettata.Questo è sempre avvenuto.Non credo si debba escludere nulla.Di fatto abbiamo della gente colpita duramente,la produzione piegata,problemi gravissimi.

Se la terra trema in Italia non diversamente trema pure in Siria.Metaforicamente perchè il terremoto ,in questo caso,è quello delle forze colonialiste e imperialiste euroatlantiste.Un vecchio copione già messo in scena diverse volte:falsi incidenti,missioni di pace,rivoluzioni colorate.L’occidente non può fare a meno del colonialismo,da sempre il suo modo di prosperare ed arricchirsi ,come al suo interno non può fare a meno del capitalismo per dominare le classi meno abbienti,terrorizzare le classi medie e indurle a collaborare per far prosperare le classi alte e dominanti.Noi come occidentali dovremmo vergognarci,ma non solo come mea culpa etica e morale,dovremmo comprendere che le vere democrazie sono socialiste,partecipative,collettiviste e che con le nazioni estere dovremmo cooperare.Per fare questo passo però dovremmo violentare pesantemente quello che il colonialismo culturale yankee-sionista ha pesantemente imposto alla sua gente.A sua volta esso è una modifica ,una eredità del modus operandi anglosassone e francese.

Noi abbiamo la presunzione di ritenerci nel giusto.Lo scontro avviene tra chi vorrebbe elementi di liberalismo ye ye nei costumi,ma non si tocchi l’economia privatista e capitalista,e i reazionari.Una lite in famiglia.Sono così forti le abitudini e radici liberali,che per noi è naturale considerare la nostra Ipocrisia Istituzionalizzata data alle masse dai settori dell’informazione piegata al volere politico e dittatoriale dei regimi liberali,come verità.Non basta che si venga a saper che tutte le fosse comuni da Timisoara a quelle di Gheddafi sono false,non basta che le manifestazioni in favore al grande eroe libico o al nostro fratello Bashar Al Assad vengano trasformate in manifestazioni di dissidenti.La menzogna ormai a tutti gli effetti è diventata verità assoluta.La pochezza imbarazzante e ridicola di un sioniano vista come luce ed illuminazione contro l’oscurantismo dei “regimi dittatoriali”,le marionette come la squallida Yoanni ,sante della libera espressione.

Il punto è che nel regime liberale,l’opposizione esistente dipende per forza dalla linea principale dettata dal grande capitale.Noi abbiamo i social network dove sfogarci,per ora non possiamo che usare questo metodo,ma è poco.Sopratutto sono mezzi voluti e creati da loro.Le nostre parole prima sono state ribaltate e svuotate da ogni significato,poi si è creata confusione nei settori delle sinistre,infine si abbandona gli unici in grado di comprendere i tempi a una vita da opinionisti da blog o facebook,parlo chiaramente di me.Tuttavia dovremmo usare quei metodi per contarci e unirci.

I pagliacci invece ci sguazzano in queste cose.Citando a memoria marx,sprezzanti nel vedere traditori a destra e manca,dividendosi in partitelli e movimentini,ogni volta tuonano di rivoluzione e poi si mostrano in tutto e per tutto difensori degli usi e costumi liberali.Americani.Ovviamente sia marx che i tanti comunisti-no,tanti un altro al massimo-che essi venerano si rivoltano nelle tombe.Stalin,Mao,Tito e i vivi e vegeti Castro,Chavez,Morales,Bashar,Luckashenko se ne sbattono di essi .

Perchè dietro al nè nè non fanno altro che avvallare il colonialismo e i loro ascari,mentre il popolo si trova dalle parti dei “dittatori” che essi ridicolizzano con razzismo intellettuale imperialista.

Non è bastata la fine fatta dalla Libia per far comprendere a loro l’errore fatto.No,ora che si sta preparando la guerra contro la Siria.Trovo assolutamente insostenibile questo modo di continuare a fare politica.

Abbiamo distrutto il socialismo reale,con i veri rivoluzionari che applaudivano in quanto era una sconfitta per Stalin..sigh,ora distruggiamo le resistenze nazionali e socialiste arabe,poi forse tocca alla Cina.Per noi è naturale devastare nazioni e società,popolazioni e tradizioni.Anzi non vedi che gli facciam pure un favore?Guai però se qualche occidentale cominciasse a volere la stessa cosa nelle nostre sacre lande.Subito ti diranno vai a vivere in siria o giù di lì.Diranno che nessuno deve intromettersi nella vita dei cittadini e dello stato.Va che i liberali son proprio teste di cazzo eh!Hai la conferma quando leggi i loro intellettualini,tutta carne da gulag.

Così ci prepariamo a questa nuova guerra.L’occhialuto francese Holland è in prima fila.Non ci possono credere  i francesi,uè torniamo ai tempi belli del nostro colonialismo.Noi italiani a presso,ci piace fare da ascari,da portatori d’acqua.Siamo i servi peggiori,quelli che applaudono e lodano il padrone perchè gli incula i figli.Cacciamo l’ambasciatore siriano-al quale va tutta la mia solidarietà-ma esaltiamo perchè a brindisi arriva il mossad.Vedi che mo la bomba l’ha messa un siriano aiutato dalla mafia.Secondo il tg 5.

Io provo disgusto per me stesso che comodamente critico,mentre i cittadini siriani vengono falciati dalla nostra violenza .Vorrei che i compagni,le sinistre,i movimenti con un minimo di intelligenza cominciassero a protestare e far azioni contro questo maledetto colonialismo.Incece di fare i saccentelli,i puristi,soli e soletti perchè il popolo e le classi non li seguiranno mai.Preferiscono i masanielli padronali come Grillo.

Per cui resisto,insieme ad altri.Per quanto possa esser poco non sono come loro,non faccio l’ascaro di professione,con le parole conduco una guerra politica contro il colonialismo euroatlantista e lo sionismo.Non son un rivoluzionario,perchè non oso mettermi nemmeno nelle vicinanze dei grandi come Stalin,Gheddafi,Tito,Longo,Noce.Faccio quello che un ragazzo occidentale,prodotto della cultura occidentale può fare.Rinnegare la nostra politica e pensare un mondo socialista,collettivista,cooperativo.Non è più democratico delle vostre bombe e bande di assassini?

Annunci

6 Risposte to “LA TERRA TREMA”

  1. Mario Scardina maggio 30, 2012 a 7:20 pm #

    Ho la fortuna di vivere in una terra (la Sardegna) che è praticamente immune ai terremoti. Di questi tempi non è poco. Nelle cosidette civiltà (plutocrazie) occidentali la “classe lavoratrice” ormai (molto più che nel passato) è la paria del sistema, pertanto priva di diritti, da usare come meglio crede la “classe padrona”. Ciò che conta è il profitto e niente altro. La vita(unico lusso che rimane ai lavoratori) non conta nulla per i profittatori. se contribuiscono al profitto si può fingere di concedere qualche minimo diritto ma, se morti, son morti e basta. Carne putrescente. La “classe padrona” fa i suoi interessi; la sinistra internazionale e i sindacati hanno smesso, ormai da tempo, di fare gli interessi dei lavoratori. Sono sempre pronti a entrare a compromessi con i padroni ed hanno perso, credo definitivamente, ogni intento rivoluzionario e di rovesciare il “sistema”. La “classe operaia” ha perso, e temo che, continuerà a perdere ancora a lungo. E’ vero, l’imperialismo e il capitalismo sono fondamentali al sistema ma, come avevo già scritto in precedenza, per farlo ha bisogno di possedere e gestire i mezzi di informazione. Questo non gli è affatto difficile visto che si possiedono tali mezzi solo se si possiede il capitale. Insomma, i soldi portano soldi e la merda porta merda. Il risultato è che i ricchi saranno sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri: Alla fine questo meccanismo andrà in stallo? Non lo so perchè non so se la gente comprende questo e se ci vuol realmente rinunciare. In fin dei conti ha sempre vissuto così e probabilmente non ha neanche idea che si possa vivere in modo differente. Questo per le cose di “casa nostra”, figuriamoci per le questioni internazionali. In queste faccende l’Italia ha il ruolo che tu hai perfettamente descritto (che poi è il suo ruolo storico dal 1500 ad oggi): costantemente a 90° . Allegramente! Armiamoci e partite (Duce docet).

    • viga1976 maggio 31, 2012 a 7:27 am #

      perfettamente concorde.In più ci mettiamo i danni assoluti del democretinismo e del rivoluzionarismo un tanto al chilo.Il punto è che l’occidente è in difficoltà,ma ancora potente nei rapporti di forza.Questi coglioni vogliono a tutti i costi una guerra mondiale di effetti devastatnti

      • Mario Scardina maggio 31, 2012 a 11:44 am #

        Le guerre sono sempre un investimento. Se c’è una crisi aspettiamoci una guerra che sarà tanto devastante e vasta quanto maggiore è la crisi e questa crisi è molto intensa. Dopo la recessione del ’29-’32 c’è stata la II Guerra Mondiale ed ora…?

  2. viga1976 giugno 1, 2012 a 3:20 pm #

    esatto,ma i segnali si vedono tutti:l’attacco alla Siria,poi all’Iran e alla Russia penso.D’altronde quando il regime liberale deve mutare perchè cambiano i mercati o i mezzi di produzione e arricchimento non resta che far la guerra!

    • Mario Scardina giugno 1, 2012 a 3:35 pm #

      Esattamente! E’, e sarà sempre così.

      • viga1976 giugno 1, 2012 a 4:31 pm #

        si,assolutamente.Poi parlano male di chavez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: