di comunismo,di popolo,di elezioni e altre sciocchezze

22 Mag

Qualcuno pensa di essere comunista perchè è contro lo stato,la polizia,l’esercito.Ritiene questi elementi più importtanti dell’economia dei piani quinquennali,di un esercito popolare capace di difendere la nazione e quindi la classe,di una polizia che sappia stare al fianco del popolo contro le criminalità organizzate e le schegge impazzite che colpiscono i cittadini.La risposta più sensata per me sta nel mezzo:noi siamo contro allo Stato Borghese e alle sue forze ,ma non contro lo stato e le sue forze a prescindere.

Non siamo anarchici e per questo ringraziamo il Caso di questo ottimo dono.Lo sfacelo che ci tocca di sopportare evidenzia i due grossi problemi del comunismo occidentale:una mera amministrazione del potere burocratico che si autoalimenta e un movimentismo anti autoritario,anti partitico,che fa dell’azione spontanea,libera,indisciplinata il massimo della potenza “rivoluzionaria”da mettere in pratica.Liberalismo di sinistra ,più  cattolicume sociale.L’indignazione,il pianto e l’esaltazione del martire,come unico mezzo reale di lotta.Una questione di opinionismo,testimonianza,moralismo,che a mio parere nulla c’entra con la storia vittoriosa del comunismo.Vi è una certa goduria fetish nel perdere,nell’essere sconfitti,ma con lanima pulita,casta,vergine.Nemmeno questo,è proprio l’identificazione totale con la vittima,la linea del vittimismo ostentato e difeso,da prassi che potrebbero sporcarci le mani e forse la coscienza.

Tutto questo è notabile nello slogan più cretino che mente umana abbia mai partorito:Ammazzeteci tutti.Cazzatona bestiale che viene urlacchiata da gruppi di dementi nei casi di stragi o contro la mafia.Per quale motivo?Perchè i compagnucci attuali aspirano a un martirio,una santificazione,un posto nell’ultimo disco del gruppo de protesta e de collettivo.In questo ci vedo tutto il negativo del rebeldismo piccolo borghese del 77,senza nemmeno quella furiosa rabbia e fantasia,no ma una sorte di surrealismo di gandismo dadaista.Non comprendo perchè oggi ancora molti vogliano usare il glorioso termine di compagno ,quando qualsiasi compagno cinese,sovietico,vietnamita,cubano,venezuelano,avrebbe pietà di loro.Il fatto che da noi si è parlato di lotta di classe nei salotti angusti oppure comodi delle borghesie.Che hanno condizionato e non poco la politica di lotta,ma non di presa del potere.La rivoluzione è guerra.La rivoluzione è guerra che necessita di truppe ben addestrate tra i propri militanti,ma sopratutto di parti delle forze armate e dell’ordine.Senza essa è solo una furiosa sollevazione destinata ad essere schiacciata e a far perdere la vita a numerosi combattenti.Questo piace.Vincerle no.

Tanto che critichiamo chi ha costruito un paese dopo una sanguinosa guerra civile,capendo che i sabotatori interni che vigliaccamente si nascondono dietro alla democraiza nel partito non devono essere tollerati.Essi avrebbero portato alla fine l’esperimento sovietico.Quando parliamo di socialismo in un paese solo che intendiamo?Che quel paese è abbastanza forte da non aspettare interventi altri ed esterni per costruire da subito,concretamente una nazione classista e rivoluzionaria.

Quelli che da noi si pensano rivoluzionari non arrivano a quetso limpido e semplice pensiero.Amano parlare di rivoluzioni tradite,di termidoro,di pazzia di un uomo al comando,di totalitarismo,argomenti tanto cari ai liberali di tutto il mondo.

Qui arriviamo ad affrontare un altro punto debolissimo e matissimo da parte dei sedicenti comunisti:il frammentarismo.

Pratica che fa tendenza ed è considerata particolarmanete fashion nei settori trockjisti,ma che è condivisa da tutta una galassia di ribeldi e sionistri sinistrati.Il piccolo gruppo che ha compreso ogni cosa e che per questo passa il tempo grilleggiando,cioè parlando male di altri piccoli gruppi.Questa è una costante assoluta e mai abbandonata da diversi settori di sinistra e comunisti.La piccola isola dove io sono il piccolo e amato imperatore , è meglio di un ampio,solido,forte partito-stato.Il mio ruolo di grillo parlante,di bombarolo da scrivania,è meglio di quello di un grigio funzionario dedito allo sviluppo economico e quindi sociale del paese.

La decrescita rozzo movimento reazionario anti modrnista,è meglio del socialismo di mercato cinese.Perchè la produzione è male,lo stato cattivo,meglio le libertà.Quali?Quelle particolariste ,protezioniste,settariste.O meglio:quelle impalpabili,di parole e narrazioni,utopiste senza futuro.

Arrivando ad avere l’unico spazio disponibile concesso a noi dal potere liberale,colonialista,capitalista,dei social network dove assistiamo all’imbarazzante e ridicolo scontro tra Critici del sistema,critici dei critici del sistema,e critici dei critic dei critic del sistema.Con toni belligeranti,accesi,attraverso proclami infuocati,scrivendo su feisbuc e affini cioè mezzi di comunicazione inventati dal sistema liberale,e in forti contatti con la cia.

Non mi stupisco che i più borghesi si accostino al sionista Saviano,non mi stupisco che altri pendano dalle labbra di gente che una volta messa da parte improvvisamente spala mrda contro i loro ex amici.Interrogati in merito ti rispondono che “prima non pensavo fossero così”.Ci rendiamo conto che siamo inutili^

Disorganizzati,logorroici,stanchi,demotivati,incazzati,a combattre lotte con tutti e in particolare con i compagni.Incapaci di abbandonare progetti nati morti come le 4 e 5 internazionali,scioccamente inchiodati alla stupida morale pubblica del dirittismo frignone,di divisione all’interno della classe.

Da molto tempo cantiamo,per nostra gioia ,la morte di tutto questo,ma continuiamo per comodo a non staccare mai la spina.Ovviamente tra questi ci sono anche io.Come comunista non posso evitare assolutamente una sana autocritica alle mie tantee e troppe parole e ai pochissimi fatti concreti messi in atto.

Merito,come tutti,due o tre anni in un laogai o in un gulag.Merito di sottopormi a una forte autocritica pubblica.Devo essee anche io demolito come residuo di un liberalismo rebeldista duro da spezzare.Io e voi.

Lo scontro in atto a livello mondiale non deve ingannarci,non dobbiamo mai più dar credito alle notizie e alla commozione spicciola.Dobbiamo ripartire tutti su un punto fondamentale e unico:lotta al colonialismo,all’imperialismo,distruzione di israele e e fuoriuscita dalla nato.Ricostruzione dello Stato,sotto controllo della classe e per la classe,morale politica al posto dela religione,del servilismo alla morale pubblica,e dell’Ipocrisia istituzionalizzata.Da qui compagni dobbiamo partire,attraverso un partito,con una linea,una direzione,nessun tentennamento, o deviazone.Classe e nazione,rivoluzione nello Stato per la patria dei lavoratori.Vedo cose belle in sudamerica,ne vedo ancora di più i cina.

Tutti sono presi dalle elezioni.Se ne parla e scrive sui giornali.

Cosa dire?Proprio la votazione mette in risalto del tutto e in tutto l’Ipocrisia istituzionalizzata.Noi siamo  chiamati avotare schieramenti che in superficie si fanno la guerra,ma che sono tutti-compreso Grillo-elementi dello stesso sistema:quello liberale.

Cioè quello capitalista,imperialista,colonialista.Nessuno dei partiti è effettivamente contro queste tre rovine mondiali.Lo sono a parole,ma la guerra in Libia ha scoperto la pochezza squalida di chi vorrebbe essere chiamato e riconosciuto come rivoluzionario.

Dunque:cosa sarebbe questa libertà di voto e di scelta?Se poi ogni partito è al sevizio come mandante del killeraggio voluto dall’imperialsimo capitalista?La libertà è una pura bugia e invenzione,quindi la vera libertà è quella data dal socialismo reale:lavoro,casa,istruzione,sanità,cose vere e concrete.

I masanielli grilleschi ,come i rozzi padani dei vecchi tempi andati sono funzionali al sistema,con maggiori colpe rispetto a quelle dei partiti tradizionali.Perchè arruolano truppe di malcontenti con la falsa motivazione dello scontro contro il Potere,ma lavorano per un potere nuovo e più letale.Ora quello euroatlantista delle banche e dei gruppi di potere economico legati agli stati uniti,israele,europa.

Non tutti ci stanno e i serbi con le loro votazioni tornano tra i cattiv.Hanno detto fanculo europa,si allo stato-nazione.

Noi ,mentre corriamo contenti a votare e a essere sinceri sempre più in pochi,siamo ormai di diritto dentro al sistema e non e usciremo con questi uomini di potere,banche,affari.

Tuttavia riconosco che le votazioni locali hanno un certo pesio sul concreto,sul basilare,essendo collegata all’urgenza spicciola cittadina.Per questo non critico del tutto le tornate elettiorali .Rappresentano un modo di far politica in piccoli spazi e con piccole pretese.Basta essere un buon amministratiore.

Infine la questione popolo.Non commettiamo l’errore di vedere el popolo una forza politica magicamente organizzata,costruita,con chiarissimi elementi e precise direzioni.Il popoo è nulla.Esendo costruito da diversi elementi,spesso contradittori.La massa di per se è amorfa e irresponsabile.Non dobbiamo accettarne gli umori come ragioni concrete.Questo per chi tra i compagni maagri cambia idea a seconda delle esigenze delle masse.

Esso è una ricchezza straordinaria,ma dobbiamo esere noi a amministrarla.Come fare?Ascoltandoli,capendoli,non giudcandolo male subito,ma anche senza giustificazioni di sorta.

Le masse migliori e vincenti sono quelle guidate da avanguardie minoritarie ben addestrate.Che usino la loro intelligena non per sfoggio pavonistico,ma come strumento per rendere il popoo migliore.

L’ignoranza va debellata,la cultura non è un crimine o un ostacolo,anzi essa va posta al servizio delle masse.L’intellettuale ,come il soldato,è figura fondamentale perchè punto di unione tra popolo in crescita e partito.Chi con mille scuce vi dirrà che il popolo deve rimanere sempre nella sua acqua sporca di ignoranza e apatia è un reazionario.Va combattuto.

Il comunismo è un sistema di controllo dei mezzi di produzione e di difesa ,crescita della sua popolazione.

 

 

Annunci

2 Risposte to “di comunismo,di popolo,di elezioni e altre sciocchezze”

  1. mario scardina maggio 23, 2012 a 9:48 am #

    Si, sembra strano ma in pochissimi sanno che il comunismo è un sistema di controllo dei mezzi di produzione e di difesa ,crescita della sua popolazione, soprattuttu fra i compagni (o presunti tali) I capitalisti, colonialisti e imperialisti lo sanno perfettamente ed è per questo che sono e saranno sempre terrorizzati dalle nostre opinioni. In Italia , il problema vero, e la frammentazione a sinistra del pd. Una frammentazione per lo più stupida e controproducente e molto spesso per dettagli superabillissimi con una finalita unica e coesa a cui le masse possono tendere. Questo, per me è un punto centrale (o il punto centrale). La gente ha obbiettivamenti delle difficoltà a coordinarsi ed è per questo fondamentale un partito unico e centrale comunista a cui poter far riferimento, che coordini e gestisca la rivoluzione proletaria. Questo sarebbe stato fondamentale soprattutto ora che il capitalismo mi sembra un tantino agonizzante (e quindi maggiormente terrorizzato) e la gente (anche quella non comunista) avrebbe pèotuto dare una spinta fondamentale. Un altro problema da risolvere è il fatto che la quasi totalità dei mezzi di informazione è in mano ai capitalisti e al capitale che convincono le persone a credere che (fin dall’infanzia) che lo status quo è l’unico possibile e che il colletivismo è la bestia peggiore perchè antiliberale (a parte che il comunismo è principalmente antiliberista, che è un po’ diverso). Quindi trovo che sia prioritaria l’espropriazione di tali mezzi e il loro accentramento finalizzato alla rivoluzione e alla dittatura proletaria e del popolo. Sono stato un po’ contorto ma, sper, sufficientemente chiaro .

    • viga1976 maggio 23, 2012 a 3:44 pm #

      molto chiaro e io approvo assolutamente.Per quanto riguarda il frammentarismo è una difesa di alcuni compagni che preferiscon cullalare il loro fallimento e la loro purezza ad oltranza,piuttosto che una sana collaborazione per un partito di massa.Ottimo intervento,complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: